Error message

  • Notice: Undefined index: flash_player in soundcloudfield_field_formatter_view() (line 355 of /var/www/vhosts/centrosocialebruno.it/httpdocs/sites/all/modules/soundcloudfield/soundcloudfield.module).
  • Notice: Undefined index: flash_player in soundcloudfield_field_formatter_view() (line 355 of /var/www/vhosts/centrosocialebruno.it/httpdocs/sites/all/modules/soundcloudfield/soundcloudfield.module).
  • Notice: Undefined index: flash_player in soundcloudfield_field_formatter_view() (line 355 of /var/www/vhosts/centrosocialebruno.it/httpdocs/sites/all/modules/soundcloudfield/soundcloudfield.module).
  • Notice: Undefined index: flash_player in soundcloudfield_field_formatter_view() (line 355 of /var/www/vhosts/centrosocialebruno.it/httpdocs/sites/all/modules/soundcloudfield/soundcloudfield.module).
  • Notice: Undefined index: flash_player in soundcloudfield_field_formatter_view() (line 355 of /var/www/vhosts/centrosocialebruno.it/httpdocs/sites/all/modules/soundcloudfield/soundcloudfield.module).
  • Notice: Undefined index: flash_player in soundcloudfield_field_formatter_view() (line 355 of /var/www/vhosts/centrosocialebruno.it/httpdocs/sites/all/modules/soundcloudfield/soundcloudfield.module).
  • Notice: Undefined index: flash_player in soundcloudfield_field_formatter_view() (line 355 of /var/www/vhosts/centrosocialebruno.it/httpdocs/sites/all/modules/soundcloudfield/soundcloudfield.module).
  • Pubblicato il:
    25.10.2014
    Primo appuntamento hc/oi! al nuovo Centro Sociale Bruno!! ★★★ NABAT ★★★ I Nabat sono un gruppo musicale Oi! Skinhead che ha scritto la storia della scena Punk e Skin italiana, nato a Bologna nei...

    Primo appuntamento hc/oi! al nuovo Centro Sociale Bruno!!

    ★★★ NABAT ★★★

    I Nabat sono un gruppo musicale Oi! Skinhead che ha scritto la storia della scena Punk e Skin italiana, nato a Bologna nei primi anni 80 sono ancora nelle strade!

    ★★★ BASTA ★★★

    Punk/Oi! da Certaldo

    https://www.facebook.com/pages/BASTA/192826470757817

    ★★★ LEISFA ★★★

    DoItYourself Hardcore Punk da Genova https://www.facebook.com/LucaEISuoiFantasticiAmiciGenovaDiyHardcorePunk?...

    ____________________________________________

    Le prevendite autogestite del biglietto sono disponibili, ad ogni serata del Centro Sociale Bruno, per un totale 250 biglietti, affrettatevi!

    Per info e acquisto prevendita : 3333610442 (zona Trento) 3427592379 (zona Rovereto) 3480345889 (zona Schio-Thiene)

    ATTENZIONE!!! LE PREVENDITE DELLA SERATA VENGONO FATTE SOLO PER UNA QUESTIONE DI GESTIONE CAPIENZA DELLO SPAZIO, INOLTRE SONO COMPLETAMENTE AUTOGESTITE.

    >> NON C'É NESSUN DIRITTO DI PREVENDITA O SIMILI!<<

    ____________________________________________

    MORE INFO: apertura cancelli ore

    19.00 NO GLASS

    Da: 25/10/2014 - 19:30
    leggi tutto
    chiudi
  • Pubblicato il:
    24.10.2014
    Appello per un'assemblea pubblica e un corteo cittadino contro il fascismo e il razzismo, per il diritto alla città.Un anno fa scrivevamo che, con l'apertura a Trento del Baluardo -...

    Appello per un'assemblea pubblica e un corteo cittadino contro il fascismo e il razzismo, per il diritto alla città.

    Un anno fa scrivevamo che, con l'apertura a Trento del Baluardo - ovvero la sede di Casa Pound e Blocco studentesco - si sarebbero intensificati gli episodi di intolleranza e xenofobia in questa città. Non che prima dell'arrivo dei fascisti del terzo millennio non ci fossero organizzazioni simili nei contenuti o nel modo di porsi in città, infatti Lega Nord o Fratelli d'Italia, per quanto riguarda l'istigazione all'odio razziale, l'ansia spasmodica di securitarismo, la richiesta di ordinanze repressive e liberticide, non sono mai state seconde a nessuno. Entrambe fanno parte di quella galassia di destra populista, in costante ricerca del nemico pubblico e della nuova emergenza da combattere, che speculano sui fatti di cronaca, sulla povertà e sul disagio sociale per il proprio tornaconto elettorale e per determinare politiche sempre più restrittive di ogni spazio di libertà.

    La differenza, importante, è che i loro figliocci politici, i piccoli balilla, cresciuti con poche idee confuse e tanti slogan nel cervello, svecchiando qualche frase mussoliniana e strumentalizzando qualche icona pop, si sono presentati inizialmente al quartiere di Madonna Bianca come i bravi ragazzi della porta accanto, ma poco tempo dopo la maschera è scivolata via dimostrando la loro vera natura. Dalle scritte fasciste e dai simboli nazisti vergati sui muri sono passati ben presto alle aggressioni notturne e alle minacce con le lame, spesso coperti dai loro padrini politici di riferimento e agevolati dal silenzio delle istituzioni e della stampa.

    A subire le conseguenze degli attacchi squadristi non sono stati solamente gli antifascisti, ma anche studenti, artisti e migranti. Chiunque esca dal loro schema mentale ristretto è un possibile bersaglio, un obiettivo da intimidire e mettere in riga con le bastonate. Gli ultimi episodi, in ordine di tempo, hanno visto coinvolti otto ragazzi e ragazze, assaliti dopo il Ponte di San Lorenzo perchè provenivano da Piedicastello, e delle prostitute colpite da proiettili di gomma, guarda caso proprio pochi giorni dopo un gazebo contro la prostituzione di Fratelli d'Italia. Ma non possiamo e non vogliamo dimenticare l'accoltellamento ad Arco di Andrea che solo per pura fortuna non ha avuto conseguenze mortali, o le bottiglie molotov lanciate, anche qui per fare male, contro il campo Sinti di Piedicastello nei giorni in cui, in consiglio comunale, Lega e FdI si opponevano al finanziamento dei progetti sociali a favore della minoranza etnica.

    E' evidente che il clima di pericolosità instaurato nell'ultimo anno dall'estremismo di destra si abbina temporalmente all'apertura della sede di Casa Pound, quasi ad indicare che, in quelle geometrie oscure e maleodoranti, sia in atto una infame sfida tra fascismi.

    Ora il limite di sopportazione è stato ampiamente superato, la nostra città non può e non deve tollerare tutto questo. E' indispensabile rivendicare un nuovo diritto alla città, riprendendoci con i nostri corpi e cuori le strade, le piazze e gli spazi per costruire una città libera e aperta, accogliente e solidale. Un'idea di città libera dai troppi fascismi che stanno alzando la testa e ci vorrebbero riportare al medioevo.

    Facciamo perciò appello a tutte le realtà antifasciste, antirazziste e antisessiste, agli studenti alle studentesse, a tutt* i/le precar*, a partecipare all'assemblea pubblica di giovedì 30 ottobre h. 20.30 al Centro sociale Bruno per costruire questo processo e dare corpo, gioia e determinazione ad un corteo cittadino nelle prossime settimane.

    Chi ama la città e la libertà è il/la benvenut* !

     

    Da: 30/10/2014 - 20:30
    leggi tutto
    chiudi
  • Pubblicato il:
    24.10.2014
    PRANZO SOCIALE a cura della Biosteria alla cuoca rossa, da Clara- sostieni l'autorecupero del centro sociale -  GIRO D’ITALIAPizza rustica con cipollePasta e...

    PRANZO SOCIALE a cura della Biosteria alla cuoca rossa, da Clara

    - sostieni l'autorecupero del centro sociale -  

    GIRO D’ITALIA

    Pizza rustica con cipolle

    Pasta e ceci

    Panzanella

    Peperonata

    Frustingolo

    acqua

    vino

    caffé

    La prenotazione va fatta entro e non oltre le ore 15.00 di sabato 25 ottobre

    scrivendo a biosteria.allacuocarossa@gmail.com

    oppure chiamando il 393.9868638

     

    presso Centro Sociale Bruno - Via lungadige S. Nicolò 4 – Trento

    Da: 26/10/2014 - 13:00
    leggi tutto
    chiudi
  • Pubblicato il:
    24.10.2014
    Nuovo appuntamento al centro sociale Bruno con il rock internazionale.Domenica 2 novembre saranno di scena gli olandesi Those Foreign Kids, band che associa le tendenze più accattivanti dell...

    Nuovo appuntamento al centro sociale Bruno con il rock internazionale.
    Domenica 2 novembre saranno di scena gli olandesi Those Foreign Kids, band che associa le tendenze più accattivanti dell'indie pop europeo con sonorità noise che riecheggiano la scena newyorkese di fine anni '80 (Sonic Youth e Dinosaur Jr in primis).
    Appuntamento da non perdere.

    http://thoseforeignkids.bandcamp.com/

    Programma:
    apertura ore 20.00 con aperitivo
    inizio live ore 21.00
    a seguire dj set

    Da: 02/11/2014 - 20:00
    leggi tutto
    chiudi
  • Pubblicato il:
    23.10.2014
    Giovedì 23 ottobre 2014Garage, punk, R'N'R, powerpop?..........I The Chemicals sono tutto questo.Originari di Portland la band capitanata dall'istrionico Singer Jonny Cat (gi...

    Giovedì 23 ottobre 2014

    Garage, punk, R'N'R, powerpop?..........
    I The Chemicals sono tutto questo.
    Originari di Portland la band capitanata dall'istrionico Singer Jonny Cat (già menbro di The Cyclops, Piss Test e altri ancora) sarà alle prese, nel mese di ottobre, con il secondo tour europeo e sarà ospite dello stage del Centro Sociale Bruno giovedì 23 ottobre.

    Pupilli dell'etichetta bavarese (Monaco) Taken by Surprise records, molto attiva nelle scena europea e mondiale punk harcore, i 4 chemicals suoneranno brani tratti dall'ultimo lavoro d.a.g.r.i.p. (che si avvale della produzione di Tim Kerr dei Big Boys e la collaborazione musicale di Steve Turner già chitarra dei mitici Fuzzgrungers Mudhoney!) ma anche dai due precedenti lavori: Or Whatever e Chemical Livin'.

    In apertura 2 bands che scalderanno l'atmosfera, ovvero i nuovissimi Hallelujah! , nati da un mix di varie band conosciute della zona e non (...momento di suspance...), fuse per spaccare i timpani con il loro noise powermerda e gli altrettanto nuovi Bernie Lomax (ma nn era morto anni fa?) che ci daranno un paio di mazzate hardpunk.

    Apertura del centro sociale alle 19.00. Si comincia alle 21.30, non mancate o ve ne pentirete!!!

    21:30 HALLELUJAH!

    22:00 BERNIE LOMAX

    23: THE CHEMICALS

    Ingresso a sottoscrizione

    Da: 23/10/2014 - 19:00
    leggi tutto
    chiudi
  • Pubblicato il:
    21.10.2014
    Mercoledì 29 ottobre dalle 18 siete tutt* invitat* all'inauguazione del nuovo spazio HackLab all'interno degli spazio del Centro sociale Bruno18:00 aperitivo e buffet19:00...

    Mercoledì 29 ottobre dalle 18 siete tutt* invitat* all'inauguazione del nuovo spazio HackLab all'interno degli spazio del Centro sociale Bruno

    18:00 aperitivo e buffet

    19:00 presentazione dello spazio, progettualità attuali e potenziali

    a seguire DIY, ovvero laboratorio a sorpresa!

    La tecnologia negli ultimi anni ha permesso di abbattere i muri della distanza e, rendendo la conoscenza sempre più accessibile a tutti, ci ha dato un senso di libertà che mai prima d'ora avevamo provato. In tutto questo il Web ha avuto un ruolo di primaria importanza, dopotutto come si fa a non sentirsi liberi di pensare o di esprimersi avendo a disposizione un mezzo così potente?

    Purtroppo, però, la libertà di cui sembriamo godere è solo un sogno, un'illusione, perché basta poco per accorgersi che in realtà la conoscenza non è così accessibile, o meglio, alcuni tipi di conoscenza non sono così accessibili, questo a causa dell'entrata in gioco della censura, anche in un mondo completamente "libero" come quello di Internet. 

    I poteri forti, come è accaduto nell'informazione stampata, hanno preso il sopravvento. Assistiamo oggi ad episodi di censura delle informazioni che vengono ritenute scomode dai governi o dalle multinazionali; nascono quindi attivisti che lottano mediante l'informatica mettendo a disposizione le loro conoscenze, ma anche qui il controllo dei potenti si fa sentire e, in alcuni casi, porta anche all'arresto di Hacktivisti o li costringe a scappare e rifugiarsi in altri paesi (come nel caso di WikiLeaks).

    La nostra libertà non viene, però, solo minacciata dalla censura, ma anche dal Capitalismo e dal Consumismo, che hanno fatto della tecnologia il loro cavallo di battaglia. Al giorno d'oggi le tecnologie si evolvono sotto i nostri occhi e ce ne rendiamo appena conto. Il modello di cellulare acquistato da poco è già obsoleto, così come il sistema operativo che usiamo tutti i giorni. La nostra privacy è costantemente violata dalle aziende, che comprano i nostri dati dai social network e dai governi, che utilizzano programmi di sorveglianza di massa (vedi caso Snowden).

    È proprio in questa frenesia che si sente la necessità di prendersi un momento per ri-pensare al nostro rapporto con le tecnologie. HackLab si propone come spazio libero e liberatorio, dov'è possibile tentare di comprendere il nostro rapporto con il mondo dell'informazione e della tecnologia. 

    Come vogliamo aiutare le persone a comprendere meglio ciò che tutti i giorni usiamo e che ci circonda? Cominciando con uno sportello di assistenza, una vera e propria Officina Informatica dove le persone potranno portare il proprio computer e assieme cercheremo di capire e risolvere i problemi, spiegando come ripararlo o come sostituire un determinato pezzo. Allo sportello si uniranno anche dei corsi di Alfabetizzazione Informatica aperti a chiunque dove, fra le tante, si promuoveranno tecniche di anonimato in difesa della privacy; tutto questo per costruire percorsi che portino ad una maggiore consapevolezza della tecnologia e della sicurezza quando viene utilizzata.

    HackLab non deve e non vuole essere un luogo prettamente di informatici e smanettoni del settore. Hacker non è colui che sa programmare, o sa rubare dati dai computer, l'hacker è una persona che si impegna nell'affrontare sfide intellettuali per aggirare o superare creativamente le limitazioni che le vengono imposte in tutti gli aspetti della vita.

    Da: 29/10/2014 - 18:00
    Tag:
    leggi tutto
    chiudi
  • Pubblicato il:
    21.10.2014
    Ultimi aggiornamenti rispetto all'apertura dei cantieri in Trentino e prossime iniziative-> Vai all'articolo 

    Ultimi aggiornamenti rispetto all'apertura dei cantieri in Trentino e prossime iniziative

    -> Vai all'articolo

     

    leggi tutto
    chiudi

Pages