Error message

  • Notice: Undefined index: flash_player in soundcloudfield_field_formatter_view() (line 355 of /var/www/vhosts/centrosocialebruno.it/httpdocs/sites/all/modules/soundcloudfield/soundcloudfield.module).
  • Notice: Undefined index: flash_player in soundcloudfield_field_formatter_view() (line 355 of /var/www/vhosts/centrosocialebruno.it/httpdocs/sites/all/modules/soundcloudfield/soundcloudfield.module).
  • Notice: Undefined index: flash_player in soundcloudfield_field_formatter_view() (line 355 of /var/www/vhosts/centrosocialebruno.it/httpdocs/sites/all/modules/soundcloudfield/soundcloudfield.module).
  • Notice: Undefined index: flash_player in soundcloudfield_field_formatter_view() (line 355 of /var/www/vhosts/centrosocialebruno.it/httpdocs/sites/all/modules/soundcloudfield/soundcloudfield.module).
  • Notice: Undefined index: flash_player in soundcloudfield_field_formatter_view() (line 355 of /var/www/vhosts/centrosocialebruno.it/httpdocs/sites/all/modules/soundcloudfield/soundcloudfield.module).
  • Notice: Undefined index: flash_player in soundcloudfield_field_formatter_view() (line 355 of /var/www/vhosts/centrosocialebruno.it/httpdocs/sites/all/modules/soundcloudfield/soundcloudfield.module).
  • Notice: Undefined index: flash_player in soundcloudfield_field_formatter_view() (line 355 of /var/www/vhosts/centrosocialebruno.it/httpdocs/sites/all/modules/soundcloudfield/soundcloudfield.module).
  • Pubblicato il:
    28.03.2015
    SABATO 28 MARZO 2015 SERATA SKA PUNKApertura: h. 21 | Inizio live: h. 22MALASUERTE FI SUD (ska-punk militante da Firenze since '97)BIO: Il gruppo musicale Malasuerte Fi Sud nasce nel 1997 come...

    SABATO 28 MARZO 2015 SERATA SKA PUNK

    Apertura: h. 21 | Inizio live: h. 22

    MALASUERTE FI SUD (ska-punk militante da Firenze since '97)

    BIO: Il gruppo musicale Malasuerte Fi Sud nasce nel 1997 come trio, una band con ispirazione e spirito fottutamente punk e antifascista, all'interno del C.P.A. Firenze Sud, una delle esperienze di occupazione più importanti del panorama italiano. I testi delle canzoni parlano di solidarietà, lotta di classe, diritto al lavoro e alla casa, e di tante altre problematiche, attuali e passate, troppo spesso trattate con ipocrisia o preconcetto, il tutto accompagnato da musiche trascinanti e scatenate ritmiche punk, ska e rock condite da un pizzico di reggae ogni tanto.
    La Malasuerte FiSud suona e ha suonato nelle più disparate ed incredibili situazioni: per strada, sui camion, davanti alle carceri, di fronte ai tribunali, in festival importanti, in locali trendy e meno di grido, spesso solo per l'importanza di esserci, dando sempre il proprio appoggio e suonando sempre con la massima carica ed energia.
    Ma la Malasuerte FiSud non è un semplice gruppo musicale antagonista e militante, grazie alla militanza appassionata e alla fortissima capacità di coinvolgimento nelle situazioni live, La Malasuerte FiSud può oggi vantare un gruppo di briganti seguaci in continua crescita, che ne sostengono la lotta, dimostrando che è giusto continuare a raccontare quello che non va, a denunciare i torti compiuti ogni giorno nei confronti di milioni di individui soprattutto tra le classi sociali più povere, da parte di questa società consumista e apparentemente perfetta, guidata dai paesi più ricchi e industrializzati del mondo.
    https://www.youtube.com/watch?v=JXdMQjgaS_s
    https://www.facebook.com/malasuerte.fisud

    * CAUSA (ska-punk da Pisa)

    BIO: I causa si fondano nel 2006 nella provincia pisana, tra collina e pianura, paesaggio tipico della toscana. I primi mesi si divertono con le cover più significative della loro vita, si, i loro gusti sono gli stessi, infatti passano dai punkreas alle pornoriviste, dai derozer a i los fastidios, dai peter punk ai persiana jones; e sarà proprio questa mescolanza di ska e punk a determinare il groove della band. Quindi iniziano a buttare giù testi, e nel 2007 danno vita al loro primo demo "frenata violenta". Poi nel 2008 è il momento delle demo "Nati per causa" e "Fuori controllo". Con queste iniziano il susseguirsi di live e collaborazioni con le altre Band. Nel 2009 a fianco di 21 Records (Fi) e Music City di Niccolò G. (Peter punk) registrano l'ultima demo dal titolo "Stay rebel". Le ottime esperienze fatte e il riscontro live, ha spinto i CAUSA a reinvestire sempre nei progetti, nel 2010 si prendono un mese di tempo negli studi della Controtempo produzioni (Fi) e danno vita al loro primo vero album. Il disco porta il titolo "Regole non scritte", undici tracce che vengono portate per tutto l'anno per promozione nei locali e nei festival. Tra i brani presenti nel disco figura "Pellegrino" testo tratto da una poesia di Erick Muhsam; il biografo di Muhsam, Leonard Schaeffer sente il brano e contatta i CAUSA per una serie di progetti insieme. Ad agosto 2011 i CAUSA hanno pronte per lo studio 10 tracce, così in completa autoproduzione si rifugiano al 2Emme studio di Marco B. Bandinelli per circa 3 mesi, per dare alla luce nel gennaio 2012 il loro secondo lavoro, il disco "Teledisperati". Inizia l'era dei Teledisperati Tour, con ormai un centinaio di concerti alle spalle e chi li ferma più!?
    https://www.facebook.com/causa.band
    https://www.youtube.com/watch?v=h12uC09h9tc

    * THE DOGS FROM THE GRAPES (folk-punk da Brentonico-TN)
    https://www.facebook.com/thedogsfromthegrapes

    Da: 28/03/2015 - 21:00
    leggi tutto
    chiudi
  • Pubblicato il:
    27.03.2015
    Mercoledì 1 aprile ore 18.30 Bruno Open Art & LivePresentazione del libro "In equilibrio precario" di Alessandro Genovese (Italic Pequod Edizioni) e reading a cura di Ilaria...

    Mercoledì 1 aprile ore 18.30 Bruno Open Art & Live

    Presentazione del libro "In equilibrio precario" di Alessandro Genovese (Italic Pequod Edizioni) e reading a cura di Ilaria Andaloro, attrice.

    Sarà presente l'autore.

    A seguire apericena e dj set lounge di Skyro

    ******

    'In equilibrio precario' è una raccolta di racconti: nove storie, solo apparentemente indipendenti fra loro. Ciò che le unisce sono i protagonisti. Donne e uomini accomunati da legami diversi - a volte familiari, altre volte di amicizia o di lavoro, in alcuni casi puramente occasionali - ma, soprattutto, da una condizione di precarietà e di instabilità: emotiva, esistenziale, professionale. Ogni racconto ruota attorno a un protagonista, ogni personaggio ha la sua storia - una verità tenuta nascosta per troppo tempo, un sogno rivelatore, un incontro inatteso - ma tutti sono colti in balia di un evento imprevisto, di una deviazione improvvisa capace di cambiare, per pochi istanti o forse per sempre, il corso della loro vita.
    Edito da Italic Pequod Edizioni, info: http://www.italicpequod.it/

    Alessandro Genovese (Trento, 1972), laureato in Filosofia a Padova, insegna filosofia e storia nei licei. Ha esordito nella narrativa con la raccolta di racconti Eravamo davvero felici (Oppure libri, 2001), e suoi racconti sono inseriti nelle antologie Lentamente muore chi non viaggia (Traven Books, 2004) e Autobahn (Traven Books, 2005). È autore, insieme a Federico Betta, di L’età della pietra, documentario inchiesta sull’estrazione del porfido in Trentino.

    Da: 01/04/2015 - 18:30
    leggi tutto
    chiudi
  • Pubblicato il:
    26.03.2015
    VENERDI' 3 APRILE: 999 live (unica data in Italia) e Razzi Totali open h. 21 - inizio live h.22✯ 999 ✯La storica punk band inglese che da quasi 40 anni sta calcando i palchi di tutto il mondo...

    VENERDI' 3 APRILE: 999 live (unica data in Italia) e Razzi Totali

    open h. 21 - inizio live h.22

    ✯ 999 ✯
    La storica punk band inglese che da quasi 40 anni sta calcando i palchi di tutto il mondo arriva in Italia per un'unica data a Trento!
    http://www.nineninenine.net/
    https://www.youtube.com/watch?v=TMlpqOsc2BU

    ✯ RAZZI TOTALI ✯
    Ad aprire le danze i nostrani Razzi Totali che dal 1996 infuocano i palchi con del sano punk-rock dolomitico.

    BIO:
    I Razzi Totali nascono nell'estate del 1996, come sempre accade dalla passione di 4 ragazzi per la musica, in particolar modo il punk rock cazzone (leggasi: non impegnato) cantato in italiano. Nel 1999 pubblicano il loro primo album autoprodotto, "Qualcosa Accadrà'" (14 tracce di puro Queers/Screeching Weasel punk rock) e di conseguenza, visto l'ottimo successo ottenuto, iniziano a suonare piu' o meno regolarmente in giro per il nord Italia.
    Nel 2001 tornano in studio per il loro secondo lavoro, "Nessuna Cura" (altre 14 tracce, abbastanza simile al precedente ma con dei testi meno scanzonati), questa volta prodotto dalla Stupido Records, divisione italiana della Wynona Records di Genova.
    Tra impegni di lavoro (quello vero, s'intende...) sempre piu' fitti, concerti sempre piu' radi (ma importanti) e vari cambi di formazione, alla fine del 2005 i Razzi tornano in studio di registrazione per sfornare "Il cambio di stagione", 14 pezzi di ottimo punk rock, totalmente diverso dai precedenti lavori che segna una netta evoluzione del gruppo, sia a livello compositivo sia esecutivo.
    https://www.facebook.com/RazziTotali
    https://www.youtube.com/watch?v=tSobNriFbzk

    Da: 03/04/2015 - 21:00
    leggi tutto
    chiudi
  • Pubblicato il:
    25.03.2015
    Domenica 12 aprile ore 18.30 c/o Centro Sociale Bruno Presentazione del libro:"Sebben che siamo donne. Storie di rivoluzionarie" - edizioni Derive ApprodiUn romanzo biografico corale...

    Domenica 12 aprile ore 18.30 c/o Centro Sociale Bruno
     

    Presentazione del libro:

    "Sebben che siamo donne. Storie di rivoluzionarie" - edizioni Derive Approdi

    Un romanzo biografico corale per capire la storia recente del nostro paese attraverso le scelte di dieci donne

    Dibatto con l'autrice Paola Staccioli e Silvia Baraldini

    Modera: Elisa Bellè, ricercatrice presso l'Università di Trento

    *****
    Questo libro è nato per dare un volto e un perché a una congiunzione. Nel commando c’era anche una donna, titolavano spesso i giornali qualche decennio fa. Anche.
    Un mondo intero racchiuso in una parola. A sottolineare l’eccezionalità ed escludere la dignità di una scelta. Sia pure in negativo.
    Nel sentire comune una donna prende le armi per amore di un uomo, per cattive conoscenze. Mai per decisione autonoma. Al genere femminile spetta un ruolo rassicurante. In un’epoca in cui sembra difficile persino schierarsi «controcorrente», le «streghe» delle quali si racconta nel libro emergono dal recente passato con la forza delle loro scelte.
    Dieci militanti politiche (Elena Angeloni, Margherita Cagol, Annamaria Mantini, Barbara Azzaroni, Maria Antonietta Berna, Annamaria Ludmann, Laura Bartolini, Wilma Monaco, Maria Soledad Rosas, Diana Blefari) che dagli anni Settanta all’inizio del nuovo millennio, in Italia, hanno impugnato le armi o effettuato azioni illegali all’interno di differenti organizzazioni e aree della sinistra rivoluzionaria, sacrificando la vita per il loro impegno.
     

    Paola Staccioli ha pubblicato libri su storia e tradizioni romane. Gli ultimi: 101 donne che hanno fatto grande Roma (Newton Compton 2011) e Fatto a mano. Aneddoti, curiosità e leggende per un’insolita storia di Roma e dei suoi mestieri (Iacobelli 2012). Ha ideato e curato quattro raccolte di racconti di scrittori italiani sulle lotte sociali e politiche: In ordine pubblico; Piazza bella piazza; La rossa primavera; Per sempre ragazzo.

    Da: 12/04/2015 - 18:30
    leggi tutto
    chiudi
  • Pubblicato il:
    21.03.2015
    Sabato 21 marzo 2015RUGGINE + BERNIE LOMAX live al CSA BrunoOpen h. 21.30 | Inizio live h. 22.30RUGGINE (CN - Post Punk)http://www.ruggineband.it/“Iceberg” è il secondo album...

    Sabato 21 marzo 2015

    RUGGINE + BERNIE LOMAX live al CSA Bruno

    Open h. 21.30 | Inizio live h. 22.30

    RUGGINE (CN - Post Punk)
    http://www.ruggineband.it/

    “Iceberg” è il secondo album ufficiale dei Ruggine in uscita a Novembre 2014, in cd per V4V-Records, Canalese Noise, Vollmer e in vinile per V4V-Records, Sangue Dischi, Escape From Today, Canalese Noise e Vollmer Industries.
    Il titolo sta ad indicare ciò che è visibile e grava sulla nostra testa e sulla nostra coscienza come un macigno, senza renderci conto che alla base, a sorreggere tutto, ci siamo proprio noi.
    L’essere umano che prima genera e costruisce e poi vuole distruggere perchè costretto a trascinarsi dietro il peso delle proprie scelte e delle proprie azioni. “Iceberg” rappresenta un punto di svolta per la band, un lavoro più curato in tutti i suoi aspetti ed ancora più compatto e diretto di quelli precedenti. La foto di copertina è opera di Massimo Rossi ed è stata scattata nel Novembre 1994 poco dopo l’alluvione che colpì il sud del Piemonte ed anche Narzole, paese natale dei Ruggine.
    L’autenticità, la forza espressiva ed il forte impatto dello scatto rappresentano ciò che i Ruggine hanno cercato di trasmettere attraverso “Iceberg”. Il disco parla di questo: di ciò che emerge provando a scavare in profondità, all’interno di quello che solo apparentemente pensiamo di conoscere e che ci illudiamo di vedere in modo nitido e chiaro.

    Opening Act:
    BERNIE LOMAX (Tn Hard/Punk) I Bernie Lomax sono un nuovo gruppo hard/punk nato dalle ceneri dei new-metallers Blame. Sono potenti, sono precisi, sono disinvolti. Ti piaceranno.

    Da: 21/03/2015 - 21:30
    leggi tutto
    chiudi
  • Pubblicato il:
    20.03.2015
    Mercoledì 25 marzo ore 20.30, in collaborazione con il Progetto Melting Pot EuropaPrima visione del documentario "Morte Moderna" di Razi e Soheila MohebiUna video inchiesta di Razi e...

    Mercoledì 25 marzo ore 20.30, in collaborazione con il Progetto Melting Pot Europa

    Prima visione del documentario "Morte Moderna" di Razi e Soheila Mohebi

    Una video inchiesta di Razi e Soheila Mohebi sulla situazione dei richiedenti asilo afghani arrivati in Italia. Attraverso testimonianze dirette e interviste effettuate in varie città italiane (Roma, Bergamo, Torino e Trento), i registri documentano le difficoltà delle persone che, in fuga dal loro paese, si trovano immersi nei meandri di una burocrazia tortuosa per ricevere un'accoglienza adeguata e protezione umanitaria.

    A seguire dibattito "Diritto d'asilo negato" con:

    - Razi e Soheila Mohebi, registi afghani, entrambi rifugiati politici in Italia a Trento dal 2007;
    http://it.wikipedia.org/wiki/Razi_Mohebi
    www.razifilmhouse.blogspot.it

    - Vincenzo Passerini, neo presidente del Coordinamento Nazionale delle Comunità di Accoglienza(CNCA) del Trentino Alto Adige;

    Coordina: Anna Irma Battino, redattrice Progetto Melting Pot Europa (www.meltingpot.org)

    *****
    Scheda del documentario:

    Titolo: Morte Moderna
    Durata: 27 min
    Location: Italia (Roma, Bergamo, Torino e Trento)
    Anno di produzione: 2014
    Produzione: Filmwork Trento
    Regia e montaggio: Razi e Soheila Mohebi
    Fotografia: Razi Mohebi, Paolo Covi, Sebastiano Luca Insinga
    Fonico: Angelo Galeano
    Post produzione: Pierpaolo Ferlaino
    Produttore: Luca dal Bosco

    ******
    Il Centro sociale Bruno ogni mercoledì è "Bruno Open Art & Live" con apertura alle 18 con un gustoso apericena musicale.

    Da: 25/03/2015 - 20:30
    leggi tutto
    chiudi
  • Pubblicato il:
    14.03.2015
    Ogni sabato dalle 9 alle 13 ritornano le colazioni genuine da Zapata, un momento di convivialità per iniziare bene il fine settimana, leggere qualche pagina di un libro o rivista sul consumo...

    Ogni sabato dalle 9 alle 13 ritornano le colazioni genuine da Zapata, un momento di convivialità per iniziare bene il fine settimana, leggere qualche pagina di un libro o rivista sul consumo critico disponibili, portare idee, ottenere informazioni sulle attività dei Richiedenti Terra e dell'Associazione Ya Basta Trento e dare un'occhiata al laboratorio di sartoria sociale del progetto Ri.Create - Ricucire e Coltivare Relazioni per l’Asilo sul Territorio.

    Dalle 14 tutti a coltivare all'Orto comunitario di Villazzano dei Richiedenti Terra

    Pagina FB: Richiedenti Terra

    Pagina FB: Ya Basta Trento

    Da: 14/03/2015 - 09:00
    leggi tutto
    chiudi

Pages